Trapianti: a Siena quattro organi su tre pazienti

(ANSA) – Siena, 18 Dic. 2010 – Eccezionale multi-trapianto di organi al Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena. Quattro organi provenienti dallo stesso donatore sono stati impiantati su tre pazienti: cuore, doppio polmone e rene. E’ fiorentino il donatore mentre i riceventi sono delle province di Massa, Arezzo e Firenze.
L’impegnativo intervento, spiega una nota, ha visto in funzione contemporaneamente tre sale operatorie con oltre 50 persone a lavoro tra chirurghi e anestesisti della Terapia Intensiva Cardiotoracica diretta dalla professoressa Bonizella Biagioli, infermieri, tecnici, perfusionisti, biologi, infettivologi, pneumologi della Pneumologia Universitaria, diretti dalla professoressa Paola Rottoli, anatomopatologi, nefrologi e molti altri professionisti. Il felice esito e’ stato reso possibile, nonostante la neve e le difficili condizioni climatiche, dall’impiego di elicotteri e di mezzi di terra.
La scorsa notte e’ arrivato alle Scotte da Castelfiorentino, scortato dalle Forze dell’Ordine e su un mezzo di soccorso speciale della Misericordia di Empoli, in collaborazione con la Protezione Civile, il paziente che ha ricevuto i due polmoni, un ragazzo di vent’anni in gravissime condizioni a causa di una fibrosi cistica, in cura presso il centro di riferimento dell’ ospedale Meyer di Firenze. La paziente che ha ricevuto il cuore e’ una donna di 50 anni della provincia di Massa, operata piu’ volte e in condizioni terminali a causa di aritmie maligne, gia’ ricoverata a Siena a causa delle gravissime condizioni di salute e seguita dalla Cardiologia diretta dal dottor Roberto Favilli.
Il paziente che ha ricevuto il rene e’ un uomo di 40 anni della provincia di Arezzo, entrato in sala operatoria alle 19 con l’equipe di Chirurgia del Trapianto di rene diretta dal professor Mario Carmellini. I pazienti sono stati allertati appena si e’ reso disponibile un donatore multiorgano a Firenze, un giovane sportivo deceduto per incidente stradale che gia’ in vita aveva espresso la sua volonta’ a donare gli organi. Stamattina due equipe di espianto, con il cardiochirurgo Giuseppe Davoli e il chirurgo toracico Luca Luzzi hanno raggiunto Careggi con un mezzo della Misericordia per prelevare gli organi ma, a causa del maltempo e della ristrettezza dei tempi, grazie all’intervento della Protezione Civile, sono rientrate a Siena con un elicottero proveniente da Bologna. Il trapianto di cuore, effettuato dall’equipe di Cardiochirurgia dei Trapianti diretta da Massimo Maccherini, e’ cominciato verso le 13 per terminare verso le 19; il trapianto di polmone, effettuato dalla Chirurgia Toracica, diretta dal professor Giuseppe Gotti, con l’equipe guidata da Luca Voltolini, e’ iniziato intorno alle 14 e dovrebbe concludersi in nottata. ”Il nostro affettuoso pensiero – hanno detto Maccherini, Voltolini e Carmellini – va alla famiglia del donatore che ha reso possibile a tre pazienti di sperare in una vita migliore. Un ringraziamento speciale va inoltre a volontariato, vigili del fuoco, protezione civile e forze dell’ordine che ci hanno supportato in questa situazione straordinaria di emergenza causata dal maltempo e a tutti i professionisti che hanno lavorato per ore senza sosta”. (ANSA).

Comments are closed.